ALL'ORIGINE DELLA STORIA TRA TIGRI ED EUFRATE

IRAQ | ALL'ORIGINE DELLA STORIA TRA TIGRI ED EUFRATE

A partire da 4050 €

DURATA
PARTECIPANTI
12 Giorni (11 Notti) Minimo: 10 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
25 Settembre 2024 Completa
13 Novembre 2024 Completa
26 Dicembre 2024 Completa
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
4050 €
VIAGGIO NOVITA’ 2023 – 2024

Perché Noi

- Siamo specialisti da decenni in viaggi culturali fuori dai sentieri battuti

- Sono inclusi i principali siti archeologici dell'Iraq  

- Il viaggio è programmato senza prendere voli interni e include anche l'area occidentale del Kurdistan Iracheno 

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Partenza dall'Italia per l'Iraq con arrivo la mattina successiva

Partenza dall’Italia con volo di linea via scalo europeo per l’Iraq. Arrivo previsto di prima mattina del giorno successivo a Bassora e, dopo il disbrigo delle pratiche doganali, incontro con il nostro referente in loco. Trasferimento privato in hotel, sistemazione nelle camere per un po’ di relax e la colazione. NB: il tour è stato programmato con partenza da Milano. È possibile anche la partenza da Roma Fiumicino, previa disponibilità, senza supplemento tariffario. È possibile la partenza anche da altri aeroporti italiani, previa disponibilità, con supplemento.

Giorno 2

I secoli di storia di Bassora

In tarda mattinata iniziamo le visite di Bassora, la seconda città del paese per popolazione. Sotto gli Abbasidi, fu il principale porto del mondo islamico nel commercio con l’India, la costa orientale dell’Africa e l’Estremo Oriente e mantenne questo ruolo anche nei secoli avvenire, anche se, dopo l’invasione mongola, non ebbe più la stessa aurea e splendore. Visiteremo la Corniche Shatt-al-Arab, la Città Vecchia, con le vecchie case Ottomane di Shenashilil, il Souq Centrale e la Stazione Ferroviaria Centrale. A seconda del giorno di arrivo, potremmo prevedere la visita del
Giorno 3

Escursione alle paludi Mesopotamiche, incontro con la popolazione Ma'dan e arrivo a Nassiriya

Dopo colazione, cominciamo il nostro viaggio itinerante che ci porterà alla scoperta del Paese verso nord, dalle paludi alle montagne. La prima tappa saranno proprio le paludi mesopotamiche, note anche come paludi irachene. Sono un'area umida situata nell'Iraq meridionale e nell'Iran sudoccidentale e storicamente sono sempre state considerate la più grande area umida del Medio Oriente. Coprendo originariamente un'area di 20.000 km2) e divisa in tre aree principali, le paludi centrali si trovano tra il Tigri e l'Eufrate, mentre le paludi di Hammar si trovano a sud dell'Eufrate e le paludi di
Giorno 4

Tra storia e leggenda: l'immensa ziqqurat di Ur e le prime tracce della scrittura a Uruk

 Prima colazione e  partenza per Najaf. Durante la giornata odierna, che sarà lunga per i probabili numerosi posti di blocco, visiteremo due dei siti archeologici più importanti del Paese. Prima Ur, antica città citata anche nella Bibbia e che oggi conserva la ziqqurat meglio conservata del Paese, patrimonio Unesco: Etemenniguru. Risalente al terzo millennio prima di Cristo, fungeva da luogo sacro, da magazzino per le scorte alimentari e, molto probabilmente, anche da osservatorio astronomico.A seguire Uruk, identificata come la prima città della Storia, fatta da strade, mercati,
Giorno 5

I centri spirituali dell'Islam sciita: Najaf e Kufa

Dopo colazione la giornata è dedicata alle città gemelle Najaf e Kufa, due tra i luoghi più venerati e meta di pellegrinaggio da parte dei fedeli sciiti. Visiteremo la Grande Moschea di Kufa, dove si pensa sia morto Alī ibn Abī Tālib, ovvero il cugino e genero di Maometto. Quarto califfo dell’Islam, è considerato dallo sciismo il suo primo imam. Cresciuto assieme al profeta e convertito della prima ora, visto il suo particolare rapporto si racconta che ebbe l’onore di presiedere al lavacro di Maometto dopo la sua morte, ma così facendo non fu presente durante la prima riunione che
Giorno 6

La città santa di Karbala e l'antica Babilonia

Dopo colazione partiamo verso Karbala, la capitale dell'omonimo governatorato e uno dei siti più significativi per i musulmani di tutto il mondo: per apprezzare appieno la natura sacra del luogo, ci uniremo alla folla di pellegrini mentre eseguono rituali ipnotizzanti nei santuari sacri dell'Imam Hussein e di Al-Abbas.Raggiungiamo poi la vivace città di Hillah, che custodisce nei suoi pressi sia il sito archeologico di Kish, dove si trovano i resti di una delle più antiche città sumere, risalenti al V – VI millennio a.C.: la mitica Babilonia. Ridotta oggi ad un cumulo di rovine, il suo
Giorno 7

Baghdad, la "città della pace" che guarda al futuro

Prima colazione in hotel e giornata interamente dedicata alla visita della capitale irachena. Baghdad, sulle sponde del Tigri, evoca storia, immagini, cronaca recente con una solennità quasi reverenziale: fondata tra il 762 e il 767 d.C per volere del califfo Al-Mansur, il secondo della dinastia abbaside, presto spiccò rispetto ai precedenti insediamenti limitrofi, Seleucia e Ctesifonte, e divenne il centro commerciale e culturale di maggior rilievo. All’epoca, il nucleo centrale della città – cinto da mura rotonde - prendeva il nome di Madīnat al-Salām, la città della pace. Da
Giorno 8

Visita di Ctesifonte e continuazione delle visite di Baghdad

Dopo colazione effettuiamo un’escursione fuori città. Poco distante da Baghdad, nei pressi di una piccola città satellite, si trova Taq Kasra, vestigia dell’antica Ctesifonte. Si tratta di un palazzo monumentale fatto costruire da Cosroe I, uno dei sovrani più importanti e celebrati della dinastia persiana dei sasanidi, protagonista di numerose campagne militari contro i bizantini di Giustiniano. L’arco del palazzo, alto 37 metri e largo 50, è una delle imprese architettoniche più raffinate di quel periodo. Pranzo in corso di visite e rientro a Baghdad. A seconda del tempo a
Giorno 9

Le vestigia dell'antica Samarra e proseguimento verso nord fino a Mosul

Dopo la prima colazione, riprendiamo il nostro viaggio verso il nord del Paese. Dopo circa due ore di strada, incontriamo quella che fu la prima capitale del califfato abbaside: Samarra.Una delle più antiche città abitate ininterrottamente in Medio Oriente, anche patrimonio mondiale dell'UNESCO, Samarra fu abitata fin dal 5.500 a.C., periodo dal quale sono giunti fino a noi diversi reperti di artigianato, ma è durante il califfato abbaside che la città divenne una vera metropoli, coinvolgendo maestranze da tutto il Medio Oriente. La Moschea del Venerdì di Samarra, completata nell’851,
Giorno 10

L'eco di Ninive e ingresso nel Kurdistan iracheno

Prima colazione e visita di Mosul. La città è stata sostanzialmente fondata dai primi arabi islamici sulla sponda occidentale del Tigri, mentre su quella orientale sorgeva un tempo prospera l’antica città di Ninive. Citata diverse volte nella bibbia, fu la capitale dell’Impero Assiro e raggiunse i 150 mila abitanti. Alla morte di Assurbanipal, avvenuta intorno al 630 a.C., scoppiarono una serie di guerre civili che portarono Ninive ad un lento e inesorabile declino. Nel 2015 tutta l’area fu occupata dallo Stato islamico e parzialmente distrutta. Dopo la riconquista irachena
Giorno 11

La cittadella di Erbil, castelli e santuari

Dopo colazione dedichiamo la mattina alla visita della cittadella di Erbil, patrimonio Unesco dal 2014. Le prime tracce di civilizzazione risalgono al 6.000 a.C., facendo della città una delle più antiche continuativamente abitate al mondo. Nel corso dei secoli, dal dominio assiro a quello dei medi fino ai persiani, ha sempre ricoperto un ruolo centrale nella regione, snodo di commerci e della diffusione di religioni ed idee (fino alla metà del XX secolo risiedeva una folta comunità ebraica, emigrata poi in Israele). A qualche centinaio di chilometri da qui si trova la piana di Gaugamela,
Giorno 12

Volo di rientro in Italia

Sveglia in nottata e trasferimento privato in aeroporto per il volo internazionale di linea via scalo europeo di rientro in Italia. Arrivo nel primo pomeriggio e fine del viaggio.