KARNATAKA: DALL'ALTOPIANO DEL DECCAN ALLA COSTA DEL MAR ARABICO (2022)

Mysore Palace, India

KARNATAKA: DALL'ALTOPIANO DEL DECCAN ALLA COSTA DEL MAR ARABICO (2022)

A partire da 2850 €

DURATA
PARTECIPANTI
13 Giorni (12 Notti) Minimo: 8 / Massimo: 14
DATA PARTENZA
LA PARTENZA E'
24 Dicembre 2022 Chiusa
PREZZI A PARTIRE DA:
Quota base individuale
2850 €
Lo stato del Karnataka, situato nell’India sud-occidentale, si estende dall’altopiano del Deccan alla costa del Mar Arabico. Sebbene sconosciuto al turismo di massa, la sua antica storia e le sue bellezze artistiche consentono di organizzare uno degli itinerari culturali più interessanti di tutto il sub-continente indiano. Dalla moderna capitale Bengaluru alla città reale di Mysore, con il fiabesco Palazzo del Maharaja in stile indo-saraceno e il colorato mercato dei fiori; dai raffinati templi a forma di stella di Somnathpur,

Perché Noi

  • la moderna Bengaluru
  • il fiabesco Palazzo del Maharaja di Mysore  
  • i raffinati templi a forma di stella di Somnathpur, Belur e Halebid
  • il sito jain di Sravanabelagola
  • le magnifiche rovine di Hampi (UNESCO)
  • il “triangolo d’oro” con i templi di Badami, Pattadakal (UNESCO) e Aihole
  • il villaggio sacro di Gokarna
  • le spiagge della mitica Goa

I nostri Esperti

Day by Day

Giorno 1

Italia - Bengaluru

Partenza da Milano al mattino con voli di linea per Bengaluru (ex Bangalore) via scalo intermedio. Arrivo a Bengaluru verso le due di notte. Accoglienza e trasferimento in hotel Pasti a bordo. Pernottamento in hotel. 

Giorno 2

Bengaluru - Srirangapatnam - Mysore (la residenza estiva di Tipu Sultan)

La capitale del Karnataka è rinomata per essere uno dei più importanti centri al mondo per quanto riguarda la tecnologia informatica. Dopo la prima colazione visita di Bengaluru: i giardini botanici di Lalbagh, un meraviglioso parco di 96 ettari con alberi centenari e collezioni di piante provenienti da ogni angolo del pianeta; il Bull Temple, uno dei più frequentati e affascinanti templi della città, che ospita un enorme monolito in granito che rappresenta il toro Nandi. Pranzo libero e partenza per Mysore. Lungo il percorso sosta a Srirangapatnam, capitale storica di Tipu Sultan. Alla
Giorno 3

Mysore - Somnatthpur - Mysore (il Palazzo dei Maharaja)

Dopo la prima colazione partenza verso est per il villaggio di Somnathpur per la visita del Tempio di Keshava, costruito nel 1268, un vero capolavoro dell’architettura Hoysala. Questo edificio presenta una struttura con pianta a stella e le sue pareti sono decorate con splendide sculture raffiguranti scene del Ramayana, del Mahabarata e del Bhagavad Gita. Rientro a Mysore per il pranzo libero. Nel pomeriggio visita di Mysore: lo splendido Palazzo del Maharaja, che si staglia sul profilo della città, distrutto da un furioso incendio nel 1897 e ricostruito in stile indo-saraceno
Giorno 4

Mysore - Sravanabelagola - Hassan - Belur - Halebid - Hassan (i templi a forma di stella)

Dopo la prima colazione partenza verso nord per Hassan. Lungo il percorso sosta a Sravanabelagola, uno dei centri di pellegrinaggio jainisti più antichi e importanti dell’India. Salita dei 614 scalini scavati nella roccia, che conducono alla sommità della Vindhyagiri Hill, per ammirare la statua alta 17,5 m. che rappresenta la divinità Gomateshvara. Questa scultura monolitica, una delle più alte del mondo, fu commissionata da un comandante dell’esercito al servizio del re Rachamalla, della dinastia dei Ganga, e scolpita nel granito da Aristenemi nel 981 d.C.. Si prosegue per Hassan.
Giorno 5

Hassan - Chitradurga - Hampi (il forte inespugnabile)

Partenza verso nord, per il lungo trasferimento per Hampi, attraverso paesaggi desertici e rocciosi. Lungo il percorso visita del suggestivo forte di Chitradurga fatto costruire dalla dinastia di Nayak. Il forte è circondato da una serie di imponenti mura e ospita le rovine di antichi templi, un palazzo, una moschea, una torre di osservazione e cisterne d’acqua. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo nel pomeriggio a Hampi. Cena e pernottamento in hotel. 

Giorno 6

Hampi (il più suggestivo sito archeologico dell'India)

Le affascinanti rovine di Hampi, uno dei nuclei dell’antica capitale dell’impero Vijayanagara (1336-1565), sorgono sulla sponda meridionale del fiume Tunghabadra, in uno straordinario paesaggio caratterizzato da enormi blocchi di granito. In questo sito, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1986, il tempo sembra essersi fermato. Nelle leggende del Ramayana, uno dei più grandi poemi epici della mitologia hindu, questa regione era chiamata Kishkinda, il reame delle divinità-scimmia. Nel XVI secolo Hampi era circondata da sette linee di fortificazioni che delimitavano un’area
Giorno 7

Hampi (in "coracle" sul fiume Tunghabadra)

Dopo la prima colazione ancora un’intera giornata dedicata al completamento della visita di Hampi: escursione in “coracle”, imbarcazione tradizionale di forma ovale simile a un mezzo guscio di noce, sul fiume Tunghabadra; il Tempio Sasivekalu Ganesha; la Hemakuta Hill, dove sono sparse alcune antiche rovine appartenute a un tempio giainista e a una scultura monolitica di Narasimha (Vishnu nella sua incarnazione di uomo-leone), che offre una spettacolare veduta di Hampi; il Tempio Kadalekalu Ganesha; il Bagno della Regina; il complesso murato conosciuto con il nome di Zenana Enclosure,
Giorno 8

Hampi - Aihole - Pattadakal - Badami (la culla dell'architettura religiosa dell'India del Sud)

Dopo la prima colazione partenza verso nord-ovest per Badami. Lungo il percorso sosta per la visita di Aihole, la prima capitale dei Chalukya tra il IV e il VI secolo, disseminata da almeno un centinaio di templi, di cui molti in rovina e scomparsi tra le case del nuovo abitato. Qui è possibile osservare lo sviluppo dell’architettura hindu partendo dai primi luoghi di culto assai semplici, come le strutture del gruppo di Kontigudi o l’antichissimo tempio di Ladhkhan, fino agli edifici più complessi di epoca successiva, quali il tempio di Maguti. L’edificio più interessante è
Giorno 9

Badami (i templi rupestri)

Dopo la prima colazione visita di Badami, capitale dell’impero Chalukya dal 540 al 757 d.C. all’apice della sua potenza l’impero occupava un territorio immenso che si estendeva da Kanchipuram, nel Tamil Nadu, al fiume Narmada, nel Gujarat. Le colline che circondano la cittadina sono cosparse di templi, fortificazioni, sculture e iscrizioni risalenti non solo all’epoca chalukya, ma anche a periodi precedenti l’impero, quando la zona era occupata da una fortificazione. Gli artigiani chalukya hanno lasciato un immenso patrimonio artistico che comprende alcuni dei più antichi e
Giorno 10

Badami - Gokarna (il sacro villaggio sul mare)

Dopo la prima colazione partenza per un lungo trasferimento verso la costa del Mar Arabico attraverso una natura rigogliosa e bei panorami. Pranzo libero lungo il percorso. Nel pomeriggio arrivo nel villaggio di Gokarna (Orecchio di Mucca), uno dei luoghi più sacri dell’India meridionale, che dalle verdi colline digrada verso le sue meravigliose spiagge deserte. Gli stranieri non possono entrare nei templi di Gokarna, ma una passeggiata lungo la via principale tra il tempio di Mahabaleshwara e il tempio di Venkataraman è assolutamente da non perdere. La gente del posto, i pellegrini e i
Giorno 11

Gokarna - Goa (incantevoli spiagge)

Dopo la prima colazione mattinata a disposizione per godere della particolare atmosfera di Gokarna o per rilassarsi in una delle sue incantevoli spiagge: Kudle Beach, Om Beach, Half Moon Beach o Paradise Beach. Pranzo in resort. Nel pomeriggio partenza verso nord, lungo la costa, per il piccolo stato di Goa. Arrivo a Goa e sistemazione in hotel lungo la costa nella località di Betalbatim, circa 30 km a sud di Panaji. Cena e pernottamento in hotel. 

Giorno 12

Goa (escursione opzionale a Panaji e Old Goa)

Dopo la prima colazione intera giornata a disposizione per rilassarsi sulla spiaggia di Betalbatim. In alternativa è possibile organizzare un’escursione opzionale (da prenotare preferibilmente prima della partenza) per la visita delle splendide cattedrali di Old Goa (Patrimonio dell’Umanità UNESCO), una città che un tempo rivaleggiava con Lisbona, e del vecchio quartiere portoghese di Panaji, dal gusto tipicamente mediterraneo. Pranzo libero. Cena e camere in hotel a disposizione fino al momento del transfer in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo per l’Italia. 

Giorno 13

Goa - Italia

Dopo la mezzanotte trasferimento all’aeroporto per l’imbarco sul volo di linea per l’Italia via scalo intermedio. Arrivo a Milano nel primo pomeriggio.