ARGENTINA DEL NORD – LA CASA E IL VENTO di Héctor Tizòn

Il viaggio di un uomo che decide di attraversare a piedi la frontiera per sfuggire alla situazione politica del suo paese, l’Argentina, fatta di soprusi e di ingiustizie.
È attraverso le sue parole che il viaggio ha inizio anche per il lettore, il quale ha la sensazione di accompagnarlo e di incontrare i personaggi che il protagonista incrocerà lungo il suo cammino, di guardare quelle terre attraverso i suoi occhi, avvertendone la solennità dell’ultima volta, riuscendo a sentire la sua stessa nostalgia man mano che le parole scorrono verso la frontiera.
È lontana da tutto la provincia di Jujuy, nel nordovest argentino, al confine con la Bolivia: sotto un cielo azzurro e vuoto dove volano i condor, paesini di fango secco, chiesette abbandonate, strade di terra, cactus, cimiteri spazzati dei venti su pendii decimati dall’erosione o dall’oblio. È la puna, una terra dura e sterile a tremila metri d’altezza, dov’è difficile respirare.
Di giorno, la luce accecante del tropico; di notte, il silenzio e il freddo dell’altitudine.

Scopri con noi l’Argentina del Nord!