Toscana

Tour guidati
Affascinante Maremma (Estate 2020)
Tra natura, arte e tradizioni nel selvaggio territorio maremmano
7 giorni
Grosseto, il capoluogo della Maremma circondato dalle possenti mura medicee - il meraviglioso borgo medievale di Massa Marittima, con una delle più belle piazze della Toscana - il parco artistico “Il Giardino dei Tarocchi”, con statue ispirate alle figure degli arcani maggiori - il Parco Naturale dell’Uccellina, con cinghiali, tassi, istrici, volpi e caprioli - la misteriosa “Area del Tufo”, con Pitigliano, la “Piccola Gerusalemme”, la necropoli etrusca di Sovana e la misteriosa Via Cava di San Sebastiano - il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, con le isole di Giannutri e Giglio; l’antico borgo di Castiglione della Pescaia - la Riserva Naturale Diaccia Botrona, una delle più significative aree umide d’Italia - lo spettacolo equestre con i butteri, i tipici mandriani maremmani

Un viaggio in una vasta e selvaggia area che coincide con la Provincia di Grosseto e che nonostante le sue dimensioni e le sue straordinarie attrattive è sconosciuta alla maggior parte dei visitatori che si recano in Toscana. “Maremma” è un nome da libro di fiabe che, nel corso della storia, ha indicato il cuore dell’Etruria, racchiuso sogni medievali di dominio feudale, accolto con favore i Medici, gli Aldobrandeschi e i Lorena, messo in guardia i viaggiatori sulla presenza di briganti sanguinari… Caratteristica unica della Maremma è senza dubbio la varietà del suo territorio: verdi colline coltivate a viti e ulivi, zone lacustri e pianeggianti, mare cristallino, lunghe spiagge, monti ricoperti da fitti boschi… che si fondono perfettamente con siti archeologici, castelli, borghi, alte torri, cattedrali… testimonianza di antiche civiltà. Dalle possenti mura medicee di Grosseto al meraviglioso borgo medievale di Massa Marittima con una delle più belle piazze della Toscana; dal parco artistico “Il Giardino dei Tarocchi”, con statue ispirate alle figure degli arcani maggiori, al Parco Naturale dell’Uccellina, con cinghiali, tassi, istrici, volpi e caprioli; dall’Area del Tufo con Pitigliano, la “Piccola Gerusalemme”, la necropoli etrusca di Sovana e la misteriosa Via Cava di San Sebastiano, al Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano con le isole di Giannutri e Giglio; dall’antico borgo di Castiglione della Pescaia alla Riserva Naturale Diaccia Botrona, una delle più significative aree umide d’Italia… La Maremma è lo scenario ideale per viaggiare all’aperto in armonia con un territorio dove la dimensione del viaggio rispetta i ritmi dell’uomo. Con nostro Tour Leader a partire da un minimo di 8 partecipanti.

Date e quote della prossima stagione in fase di elaborazione
Promozione “Prenota Prima”
Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 45 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50% sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

Il Buttero
Il Buttero è un pastore a cavallo tipico della Maremma Toscana e Laziale, e più in generale un cavaliere abile nella “monta da lavoro”. Il termine deriva dal latino “butoros” ovvero “pungolatore di buoi”. L’origine dei butteri si perde nella Toscana selvaggia e inospitale degli Etruschi. Il buttero era ed è il simbolo e l’anima della Maremma, terra di campagne sconfinate e mandrie di buoi. Protetto dal suo “pastrano”, il mantello di ampie dimensioni, il buttero si riparava dalle piogge frequenti e scorrazzava in un territorio fatto di acquitrini e boscaglie ma anche di colline e di mare, controllando gli spostamenti del bestiame. Durante la seconda metà dell’ottocento, con la scomparsa progressiva dei latifondi, la figura del buttero andò pian piano ridimensionandosi. Curiosità storica importante è quella risalente al 1890 con la venuta in Italia del “Wild West Show”, il circo di ispirazione western di Buffalo Bill. Il cow boy americano sfidò i butteri a sellare e cavalcare alcuni puledri, senza essere sbalzati dalla sella. Un gruppo di butteri, capeggiati da Augusto Imperiali, vinse la sfida circense è consacrò i “butteri”, nel mondo, come i rappresentanti di un’Italia selvaggia e genuina. Oggi alcune associazioni di butteri fanno rivivere le antiche tradizioni della Maremma con la giusta dose di folklore misto a spettacolo. La “marca” del bestiame, la cavalcata brada, i giochi di equilibrio a cavallo e le coreografiche galoppate danno vita ad uno spettacolo fatto di emozione, colore, abilità e simpatia.

Prezzi

QUOTAZIONI PER PERSONA da Grosseto a Grosseto
base 10-14 partecipanti
€ 1.700
base 8-9 partecipanti
€ 1.950
Supplementi e spese accessorie
I treni/voli
su richiesta
Suppl. Sgl.
€ 350

Spese accessorie da aggiungere:
– spese pratica € 90
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.



Altri viaggi che potrebbero interessarti