Myanmar – Il Festival dei Nat

Tour guidati
Il Festival dei Nat (Partenza 21 Agosto 2020)
Tra gli antichi templi. le tradizioni e le genti del Myanmar
16 giorni
Yangon e le guglie d’oro della Pagoda Swedagon - lo stato del Kayah e le “donne giraffa” - il magico Lago Inle e la minoranza etnica intha - le “foreste di stupa” degli sconosciuti siti di Inthein e Kakku - il Festival degli spiritelli Nat nel villaggio di Taung Pyone - le misteriose Grotte di Hpo Win Daung nei pressi di Monywa - la navigazione sul fiume Irawaddy - la mitica Bagan

A nord-ovest della penisola indocinese, un paese senza età rimasto a lungo isolato dal mondo esterno, brilla della sua arte religiosa. Un paese buddhista per eccellenza, dove templi, pagode e statue di Buddha non sono mere attrazioni turistiche, ma importanti luoghi religiosi vissuti dalla gente con profonda spiritualità. Un paese dove le tradizioni sopravvivono al consumismo e donne e uomini svolgono le loro semplici attività con ritmi antichi. Yangon e le spettacolari guglie d’oro della Pagoda Shwedagon. Il piccolo stato del Kayah e la minoranza etnica Padaung, conosciuta per le “donne dal collo lungo”. Il magico Lago Inle e la sua popolazione, che vive in villaggi su palafitte in perfetta armonia con l’habitat naturale. Le “foreste di stupa” dei poco conosciuti siti di Inthein e Kakku. Mandalay, l’ultima capitale del Regno birmano; la navigazione in battello sul fiume Irawaddy e le scene di vita fluviale; la grande campana in bronzo di Mingun; il ponte di tek di Amarapura. Le misteriose Grotte di Hpo Win Daung e la variopinta Pagoda di Thandoddhay nei pressi di Monywa. Lo straordinario parco archeologico di Bagan, con migliaia di santuari, stupa, templi e pagode… E soprattutto lo straordinario Festival dei Nat a Taung Pyone, dove ogni anno decine di migliaia di persone venerano i Nat, esseri dai poteri soprannaturali, a metà strada tra le divinità e gli spiriti

Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 90 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50%
sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

Agosto 2020
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 

seleziona una data per maggiori informazioni

Viaggio chiuso
Partenza confermata/in via di conferma
Ultimi posti
Promo

Il culto dei Nat
Uno degli aspetti che caratterizzano il popolo birmano è, oltre alla loro tipica cortesia, una profonda fede buddhista. Pagode, templi e statue di Buddha ricoprono il territorio birmano e i birmani ne sono assidui frequentatori. Eppure molti di coloro che venerano Buddha coltivano al contempo un culto che noi definiremmo pagano: il culto dei Nat. Questa coesistenza di due culti tanto differenti tra loro è resa possibile dal fatto che mentre il buddhismo copre l’aspetto più spirituale della religiosità birmana, i Nat sono invece legati al mondo materiale, al quotidiano. Ci si rivolge ai Nat per chiedere intercessioni in materia di denaro, di affari, ma soprattutto si fanno offerte per ottenere la loro protezione cercando sempre di non incorrere nella loro ira e malevolenza. Molto tempo prima dell’introduzione del buddhismo in Birmania tra i popoli nativi era largamente diffuso l’animismo. Uno dei culti più antichi nell’animismo birmano è appunto quello dei Nat. Originariamente, ogni villaggio aveva i suoi spiriti. Ogni albero e ogni campo era abitato da un Nat locale. C’erano i Nat del raccolto, i Nat del vento, i Nat della pioggia. La maggioranza dei Birmani, tuttavia, venerava Nat particolari, riconosciuti in tutto il paese per i loro poteri. È stato così per più di 1500 anni. Oggi sono 37 i Nat che vengono ancora venerati e rappresentano parte integrante delle credenze religiose del popolo birmano, che li placa e li onora con offerte di fiori, denaro e cibo, poste su speciali altari. Per i Birmani i 37 Nat hanno all’incirca la stessa funzione dei santi della chiesa cattolica, si ricorre a loro nei momenti di bisogno. Ciascuno dei 37 Nat è collegato ad una leggenda tragica che ha in qualche modo a che fare con la storia birmana. È attraverso queste leggende che il popolo è stato introdotto alla storia, ai racconti, ai miti e al dramma del suo paese. I Nat infatti offrono alla Birmania una storia nazionale comprensibile a tutti, grande e nello stesso tempo meravigliosamente semplice.

Prezzi

QUOTAZIONE PER PERSONA servizi in loco, partenze di gruppo
base 10-14 partecipanti, con nostro accompagnatore dall’Italia
€ 2.750
base 8-9 partecipanti, con guida locale di lingua italiana
€ 2.100
base 6-7 partecipanti, con guide locali di lingua italiana
€ 2.250
Partenze individuali
base 4 partecipanti, con guide locali di lingua italiana
€ 2.580
base 2 partecipanti, con guide locali di lingua italiana
€ 3.350
VOLI INTERNAZIONALI
in funzione della classe di prenotazione disponibile e del periodo del viaggio
a partire da € 980 tasse incluse
Supplementi e spese accessorie
Suppl. Sgl.
€ 520

Spese accessorie da aggiungere:
– spese pratica, visto, circa € 170
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.