Mongolia, Festival delle Aquile

Tour guidati
Il Festival delle Aquile (Partenza 1 Ottobre 2019) con accompagnatore Giancarlo Meoni
Attraverso il Parco Tavan Bogd ai piedi dei Monti Altaj
12 giorni
Il selvaggio west mongolo ai piedi dei Monti Altay - il Festival delle Aquile - i cacciatori kazaki vestiti a festa - il Parco Tavan Bogd con i suoi splendidi paesaggi - i petroglifi di Tsagaan Salaa (UNESCO) - i pastori nomadi e le numerose mandrie di bestiame

Lo straordinario e unico incontro dei cacciatori kazaki nei loro tradizionali costumi in occasione della più importante festa che si tiene ogni anno nel mese di Ottobre tra gli spettacolari Monti Altay, nell’estremo ovest del paese. Le esibizioni delle aquile utilizzate abitualmente per cacciare animali da pelliccia come lupi, volpi, marmotte e zibellini; il buszkashi, la competizione dei cavalieri che si contendono una pelle di capra. Queste e molte altre curiose e incredibili usanze di un popolo che utilizza da sempre il cavallo. Ci si addentra poi tra le selvagge vallate del Parco Nazionale Tavan Bogd, ai confini con Cina e Russia: praterie costellate di scenografici laghi e limitate all’orizzonte da catene montuose perennemente innevate; tombe a tumulo in pietra risalenti al periodo degli Unni; numerosi e enigmatici “balbal” turchi, le stele funerarie scolpite in forma di uomo; suggestivi petroglifi raffiguranti cavalli e scene di caccia… ma soprattutto i nomadi kazaki che all’inizio dell’inverno scendono a valle con le numerose mandrie di yak, pecore, capre e cavalli, e che trasportano le gher e le vettovaglie con piccole carovane di cammelli. I gruppi sono accompagnati dai nostri esperti tour leader italiani. Si utilizzano fuoristrada Toyota Land Cruiser con 3 passeggeri per auto.

Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 90 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50%
sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

Date e quote della prossima stagione in fase di elaborazione

I kazaki dei Monti Altay
I kazaki vivono nella regione dei Monti Altay nell’estremo ovest della Mongolia. Sembra che il termine “kazako” significhi “girovago della steppa”. La cultura kazaka è diversa da quella mongola, i kazaki sono mussulmani e parlano una lingua tartara. Tuttavia la convivenza tra i due gruppi (kazaki e mongoli), è molto buona grazie a uno stile di vita molto simile e alla bassissima densità di popolazione. Le gher kazake sono differenti da quelle mongole: molto più ampie, con tetto più alto e spiovente, hanno le pareti ricoperte da stupendi tappeti varipinti e decorati con motivi geometrici e floreali. I kazaki continuano a praticare da secoli la tradizionale caccia con l’aquila, che venne menzionata anche da Marco Polo nel Milione.

Prezzi

QUOTAZIONE PER PERSONA con partenza da Milano
base 11-12 partecipanti con nostro accompagnatore
€ 3.400
base 8-10 partecipanti con nostro accompagnatore
€ 3.550
Supplementi e spese accessorie:
Partenze da altre città
su richiesta
Suppl. Sgl.
€ 240

Spese accessorie da aggiungere:
– tasse aeree, spese pratica, visto, circa € 520
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.