India Rajasthan – Festival di Jodhpur

Tour guidati
Il Festival Sufi di Jodhpur (Partenza 20 Febbraio 2019)
Le architetture e le tradizioni di uno dei più affascinanti stati dell’India
15 giorni
La “città azzurra” di Jodhpur - Jaisalmer, la “Regina del Deserto” - le piste nel deserto del Thar tra remoti villaggi e comunità pastorali - i Maharaja di Bhenswara - i templi jain di Ranakpur - l’imponente fortezza di Kumbalgarh - la “città bianca” di Udaipur

Città invase dal vociare della gente e dai colori, ma anche distese desertiche baciate dalla luce splendente del sole: questo è il Rajasthan, l’anima romantica dell’India, avvolta in sari e turbanti. Nelle sue terre i temibili clan guerrieri rajput imposero il proprio dominio con la spada, ciò nonostante questo stato esteso, anticamente noto come Terra dei Re, è costellato di tesori più che favolosi: il Forte di Meherangarh, che si staglia contro il blu acceso di Jodhpur; il gigantesco castello di sabbia di Jaisalmer; le haveli, i tipici palazzi residenziali riccamente decorati, dello Shekawati; Jaipur, la polverosa capitale, celebre per i suoi edifici rosa, per l’osservatorio astronomico Jantar Mantar e per il vicino Forte Amber… Tutto questo in occasione del World Sacred Spirit Festival di Jodhpur che riunisce incredibili artisti, provenienti da tutta l’India e da tutto il mondo, in una splendida cornice regale con magici spettacoli di musica, danza e poesia che promettono un’esperienza unica. Un indimenticabile viaggio in un vero e proprio microcosmo dell’India, abitato da un’accogliente popolazione.

 

Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 90 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50%
sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

Date e quote della prossima stagione in fase di elaborazione

I colori degli indumenti del Rajasthan
I vivaci colori degli indumenti rajasthani contrastano con il deserto del Thar. I colori dei voluminosi turbanti, dei fluttuanti sari, delle scintillanti gonne della tradizione locale e dei veli per il capo non sono semplicemente decorativi, ma costituiscono una sorta di linguaggio. Il colore del turbante può indicare una casta, una religione o un’occasione particolare. I Rajput vestono tradizionalmente il color zafferano, legato alla cavalleria; i bramini portano il rosa, i dalit il marrone e i nomadi il nero. I turbanti multicolori si usano per le festività, quelli bianchi, blu, grigi o neri, vengono usati dagli hindu per comunicare tristezza, ma gli stessi colori si notano anche indosso ai musulmani. Gli hindu ritengono che alcune sfumature di blu, di verde e di bianco siano colori da lutto particolarmente adatti per le vedove, mentre le donne sposate o le nubili portano vivaci rosa, rossi e gialli, che a loro volta implicano altri significati: una particolare combinazione di giallo e rosso, per esempio, può essere indossata solo dalle donne che hanno dato alla luce figli maschi.

Prezzi

QUOTAZIONE PER PERSONA con partenza da Roma, partenze di gruppo
base 9-14 partecipanti con accompagnatore dall’Italia
€ 2.980
Partenze individuali con guide di lingua inglese
base 4 partecipanti
€ 2.730
base 2 partecipanti
€ 3.150
Supplementi e spese accessorie
Avvicinamenti da altre città
su richiesta
Suppl. Sgl.
€ 690

Spese accessorie da aggiungere:
– tasse aeree, spese pratica, visto, circa € 530
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

 

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.



Altri viaggi che potrebbero interessarti