Cracovia e Breslavia

Tour guidati
Tesori della Polonia del Sud (Primavera-Estate 2021)
Tra storia, cultura e tradizioni in un territorio scrigno di meraviglie e di due preziose città d’arte
6 giorni
L’incantevole Breslavia, “Città dei Cento Ponti" - L’impressionante cupola modernista della Sala del Centenario (UNESCO) - La Chiesa della Pace di Świdnica, gioiello architettonico UNESCO - L’imponente e misterioso Castello di Ksiaz - I preziosi tesori della Città Vecchia di Cracovia (UNESCO) - Il Quartiere ebraico Kazimierz e Podgórze, luoghi della memoria e simbolo di rinascita - Il Castello Reale e la Cattedrale gotica sulla Collina del Wawel - Le meraviglie nascoste della miniera di sale di Wieliczka (UNESCO)

La Polonia custodisce un patrimonio artistico-culturale di inestimabile valore. Scoprire i suoi tesori significa viaggiare nella storia complessa e toccante di un Paese che ci narra di un passato glorioso, di successive dolorose dominazioni, dagli austriaci ai tedeschi fino al comunismo russo, e di un presente di rinascita. Una storia che trova la sua espressione anche nell’eccezionale ricchezza di tradizioni, anima di un popolo accogliente e ospitale. Questo intenso viaggio si svolge nel Sud e ci porta a svelare le meraviglie di Cracovia, perla della Polonia, e della meno nota ma incantevole Breslavia, conducendoci fino ai sorprendenti siti circostanti. Inizieremo da Breslavia, la “Città dei Cento Ponti” e degli oltre 350 gnomi, statue divenute suo curioso simbolo. A poca distanza la Chiesa della Pace di Swidnica (UNESCO), la più grande chiesa di legno in Europa, e il maestoso Castello di Ksiaz. Di Cracovia scopriremo l’anima storica e lo spirito odierno, rivolto al futuro. Dalla Città Vecchia, gioiello UNESCO, con le testimonianze legate alla figura centrale di Karol Wojtyla, divenuto Papa Giovanni Paolo II, ai magnifici monumenti del Wawel, la collina dei re, fino ai luoghi della memoria nel ghetto di Podgórze e nel Quartiere ebraico di Kazimierz, oggi vivace espressione del fermento della città. Ci caleremo infine tra i segreti nascosti nelle profondità della miniera di sale Wieliczka (UNESCO), mondo sotterraneo e inaspettata galleria d’arte. Con nostro Tour Leader dall’Italia a partire da 8 partecipanti.

Luglio 2021
Agosto 2021
Settembre 2021
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
a
a
a

seleziona una data per maggiori informazioni

Viaggio chiuso
Partenza confermata/in via di conferma
Ultimi posti
Promo

Supplementi:

clicca sul supplemento per informazioni sul prezzo

Partenze individuali possibili tutti i giorni

Promozione “Prenota Prima”
Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 45 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50% sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

 

La cappella di Santa Kinga, sorprendente galleria d’arte sotterranea
La miniera di Wieliczka è una miniera di sale fossile, datato circa 14 milioni di anni, un sale di mari di altri tempi. All’interno delle numerose cappelle, scavate ogniqualvolta si apriva un nuovo ramo, si respira una profonda religiosità, che era legata all’alto rischio comportato dal lavoro in miniera. A cento metri sotto terra ci troviamo all’improvviso di fronte ad una sala enorme, la cappella di Santa Kinga (in italiano Santa Cunegonda), la protettrice dei cosiddetti “minatori bianchi”, i minatori che scavano il sale. Una cappella divenuta chiesa. Lunga 54 metri, larga 18 e alta 12 è la chiesa sotterranea più grande al mondo.  Potremmo immaginare un luogo scuro e cupo ma con meraviglia si apre dinanzi a noi un ambiente illuminato da elaborati lampadari realizzati con cristalli di sale. Tutto al suo interno è sale, comprese le opere d’arte di talentuosi minatori scultori. Il sale è molto solido e quando è compatto ha la stessa portata del calcestruzzo. Gli artisti principali sono Antoni Wyrodek e i fratelli Józef e Tomasz Markowski. Tomasz Markowski ha scolpito il pulpito, l’altare maggiore, la parte più importante della cappella, e tutte le statue, tra cui la statua di Santa Kinga e la statua dedicata a Papa Wojtyla, strettamente legato a Cracovia.  Antoni Wyrodek, che aveva seguito una scuola d’arte, ha invece realizzato dei sorprendenti quadri tramite incisioni. Tra le sue opere un rilievo raffigurante “L’ultima cena”, ispirata al capolavoro di Leonardo. In questa chiesa si rende culto regolarmente e tutte le domeniche si celebra la Messa. Santa Kinga in vita fu una principessa che decise di lasciare al suo popolo il tesoro più grande, il sale. La tradizione polacca narra che, partita dall’Ungheria per andare a sposare Boleslao Re di Polonia, abbia gettato il suo anello di fidanzamento in una miniera di sale ungherese. Andando a Cracovia la principessa si fermò a Wielizka e diede ordine di scavare in un punto preciso, dove i minatori, oltre al salgemma, trovarono un cristallo di sale contenente l’anello. Proprio lì prese avvio la miniera di e la principessa Kinga divenne la patrona dei minatori del sale.

Prezzi

QUOTAZIONI PER PERSONA per i soli servizi in loco, partenze di gruppo
base 8-12 partecipanti con guida locale di lingua italiana e nostro accompagnatore
€ 990
Partenze individuali possibili tutti i giorni
base 4 partecipanti con guida locale di lingua italiana
€ 970
base 2 partecipanti con guida locale di lingua italiana
€ 1.380
VOLI DALL’ITALIA (di linea o low cost), da aggiungere ai servizi in loco
in funzione dell’aeroporto di partenza, del periodo del viaggio e delle classi di prenotazioni disponibili
su richiesta
Supplementi e spese accessorie
Suppl. Sgl.
€ 320
Suppl. Sgl. alta stagione locale
€ 390
(a)Suppl. alta stagione locale
€ 90

Spese accessorie da aggiungere:
– spese pratica € 90
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.