Bhutan-Festival di Thimphu, Gangtey e Thangbi Mani

Tour guidati
La terra del Drago Tonante (Partenza 5 Ottobre 2019)
In Bhutan per i Festival di Thimphu, Gangtey e Thangbi Mani
14 giorni
Gli antichi templi e lo Dzong di Paro - il festival di Thimphu - lo Dzong di Punakha, sede del Je Khempo - la valle di Phobjikha e il festival di Gangtey - la sacra valle del Bumthang e il festival di Thangbi Mani - Taktsang, il Monastero della Tigre

Un viaggio dedicato al Bhutan, un paese fuori dall’ordinario dove è illegale comprare le sigarette, dove giganteschi falli dalle proprietà protettive sono dipinti sulle facciate di molte case, dove la felicità degli abitanti è più importante del prodotto interno lordo. Un regno medievale Buddhista che inevitabilmente deve confrontarsi con i tempi moderni, ma che cerca strenuamente di mantenere la sua identità culturale. L’itinerario si sviluppa nella zona centro occidentale del paese, su un altopiano ricoperto di boschi e incastonato di verdissime valli. Paro, Thimphu, Punakha, Gangtey, Trongsa, Bumthang, sono le principali località che vantano i più antichi e famosi Dzong del Bhutan, le fortezze-monastero sedi allo stesso tempo del potere religioso, politico e economico. Tutto questo in occasione dei festival di Thimphu, Gangtey e Thangbi Mani, suggestive feste religiose che vengono celebrate ogni anno. Il culmine delle cerimonie è rappresentato dalle danze cham: i danzatori, con il viso coperto da meravigliose maschere, si muovono in cerchio al ritmo di tamburi, gong e trombe. I festival sono anche un incontro sociale dove la gente partecipa per gioire della compagnia e sfoggiare gli abiti della festa.

Prenotate il vostro viaggio con un anticipo di almeno 90 giorni dalla partenza e otterrete uno sconto del 50%
sul costo della copertura assicurativa “all inclusive”.

Date e quote della prossima stagione in fase di elaborazione

Le tredici arti
Le tredici arti sono le attività artistiche e artigianali tradizionali del Bhutan e si pensa siano state definite durante il regno del quarto re, Tenzin Rabgye, che regnò sul paese dal 1680 al 1694. L’insieme delle arti viene definito in lingua locale “Zorig Chusum”, un termine che si riferisce alle attività fisiche che vengono compiute per l’assistenza, l’insegnamento o l’elevazione del prossimo. Ecco l’elenco delle tredici arti del Bhutan: la falegnameria, l’arte muraria, l’intaglio, la pittura, la scultura, la fusione (solitamente del bronzo), la lavorazione del ferro, la lavorazione dell’oro e dell’argento, la lavorazione del bambù, la tessitura, il ricamo, la tornitura del legno e la lavorazione della carta. A voi dunque la scelta della vostra arte preferita da coltivare durante il vostro viaggio in Bhutan!

Prezzi

QUOTAZIONE PER PERSONA con partenza da Milano
base 11-14 partecipanti, con guida in inglese e nostro accompagnatore
€ 3.950
base 8-10 partecipanti, con guida in inglese e nostro accompagnatore
€ 4.180
Supplementi e spese accessorie
Partenze da altre città
su richiesta
Suppl. Sgl.
€ 490
(a)Suppl. alta stagione aerea
€ 210

Spese accessorie da aggiungere:
– tasse aeree, spese pratica, visto, circa € 440
– visto consolare Nepal multiple entry (da pagare in loco) USD 30
– assicurazione di viaggio e annullamento (vedi programma dettagliato)

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.