Georgia, alla scoperta dell’antica Colchide con Grey Panthers

In collaborazione con Grey Panthers, il brillante portale della Grey-Age, proponiamo questo bellissimo viaggio in Georgia, alla scoperta dell’antica Colchide, tra chiese, monasteri e città rupestri, ai piedi dei Monti del Caucaso. Si tratta di una partenza speciale il 19 ottobre, davvero da non perdere. Attenzione: le adesioni devono pervenire entro il 23 settembre 2019!

Descritta, a seconda delle fonti, come un paese europeo, dell’Asia centrale o del Medio Oriente, la Georgia ha per lungo tempo rappresentato un luogo di contrasti culturali e geografici. Con le sue antiche e magnifiche chiese, le torri di osservazione e i castelli disseminati in un fantastico scenario montano, la Georgia è uno dei paesi più belli del Caucaso. Nota nell’antichità con il nome di Colchide, la famosa destinazione di Giasone e degli Argonauti in cerca del Vello d’Oro, la Georgia è sempre stata la terra attraverso la quale le influenze del mondo occidentale, dai greci a Santa Nino fino ai turchi ottomani, sono penetrate nella regione caucasica. La capitale Tbilisi, la più bella città del Caucaso, dove ancora si respira l’atmosfera di antico crocevia eurasiatico; il convento di Bodbe che custodisce la tomba di Santa Nino, la giovane donna che convertì il popolo georgiano al cristianesimo; la Cattedrale di Alaverdi dell’XI secolo; la pittoresca cittadella di Gremi, l’antica residenza dei re del Kakheti; la chiesa di Jvari a Mtskheta, il luogo più sacro nonché il cuore spirituale della Georgia; il Museo di Stalin a Gori; la città rupestre di Uplistsikhe, scavata nel I millennio a.C.; il monastero di Gelati; la chiesa della Trinità di Gergeti ai piedi del Monte Kazbek (5.047 m), uno dei principali simboli del Paese. Clicca qui e scopri l’itinerario completo.