Bangladesh, esperienza unica

Esperienze UnicheTour guidati
Navigazione sul Brahmaputra - partenza 11 Novembre
Tra popolazioni e templi dimenticati nel nord del Paese
16 giorni
La capitale Dhaka con le sue realtà singolari: il porto fluviale di Sadarghat e lo slum di Kauran - i villaggi e i mercati della minoranza etnica Oraun - il tempio di Kantanagar, gioiello dell’arte bengalese - la navigazione, tra isole sabbiose e villaggi, sul Brahmaputra - l’antica città fantasma di Sonargaon

Un paese tristemente noto per la povertà e le calamità naturali, ma non altrettanto noto per le sue straordinarie bellezze naturali, per i dimenticati siti archeologici e per le genuine popolazioni non ancora contaminate dal turismo. Questo straordinario viaggio, con una significativa componente di navigazione (5 giorni) sul Brahmaputra, si spinge nel cuore più intimo e profondo della terra del Bengala. Le aree del nord del Paese sono assolutamente sconosciute e offrono immense opportunità di grandi incontri e forti emozioni. Basta anche solo pensare al misterioso e affascinante Tempio di Kantanagar, capolavoro dell’arte bengalese, con le sue raffinate decorazioni in formelle di terracotta, o alla minoranze etniche degli Oraun, che rappresenta una realtà antropologica e umana estremamente interessante. Un’esperienza di viaggio unica e irripetibile, resa possibile grazie all’intermediazione di una persona che da anni si occupa di un progetto umanitario, il cui scopo è quello di aiutare la sopravvivenza delle ultime tribù adivasi. Il Bangladesh è sicuramente uno dei paesi meno conosciuti e più interessanti del continente asiatico. Nostro accompagnatore dall’Italia.

 

Novembre 2017
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 

seleziona una data per maggiori informazioni

Viaggio chiuso
Partenza confermata/in via di conferma
Ultimi posti
Promo

I rickshaw

Il risciò è un carrello a due ruote, sul quale possono prendere posto una o due persone, trainato a mano da un conducente per mezzo di due lunghe sbarre. Il primo risciò venne realizzato in Giappone nel 1870, da un fabbro americano, Albert Tolman, per conto di un missionario battista, il reverendo Jonathan Scobie, che ne è considerato l’inventore e che lo utilizzò per trasportare la moglie invalida per le strade  di Yokohama. La parola risciò, in inglese rickshaw, deriva dal termine giapponese Jinrikisha che in senso letterale significa veicolo a trazione umana. Intorno al 1880  il risciò cominciò ad essere utilizzato anche negli altri paesi del sud-est asiatico e raggiunse velocemente un’ampia diffusione. Nel ciclo-risciò il conducente traina il carrello per mezzo di una bicicletta. A Calcutta i primi ciclo-risciò comparvero intorno agli anni ’30. In Bangladesh bisogna attendere la metà degli anni ’30, ma nel giro di 40-50 anni i ciclo-risciò raggiunsero tutti gli angoli del paese. Dhaka, la capitale, attraeva molta gente dalle aree rurali, alla ricerca di un lavoro in città, e il conduttore di risciò era uno dei lavori più semplici da trovare. Oggi a Dhaka se ne contano più di 300.000 e può essere definita “La città dei ciclo-rickshaws”.

Prezzi

QUOTAZIONE PER PERSONA da Milano
base 8-14 partecipanti, con nostro accompagnatore dall’Italia
€ 3.850
Supplementi e spese accessorie
Partenza da altre città
su richiesta
Suppl. Sgl.
€ 360

Spese accessorie da aggiungere:
– tasse aeree, visto, spese pratica circa € 540
– assicurazione (vedi programma dettagliato)

 

Richiesta Info

Scriveteci per ricevere un preventivo dettagliato o maggiori informazioni. L'operatore booking dell'area di riferimento vi darà riscontro quanto prima. In alternativa contattateci telefonicamente allo 02 34934528.



Altri viaggi che potrebbero interessarti